Il Grande Complotto


2 commenti

State a sentire Fibra, yo!

Ieri ho acquistato l’ultimo album di Fabri Fibra, e non potevo credere alle mie orecchie, è lampante che dopo Piero Pelù pure Fabri Fibra ha fatto coming out rivelandosi anche lui un esperto di complotti e signoraggio bancario.

Il testo della canzone “Spara al Diavolo” contenuta nell’ultimo album, CONTROCULTURA del famoso repper Fabri Fibra aka Fabrizio Tarducci.

Nell’ultimo album Fabri Fibra si lancia contro il mondo dell’industria dell’intrattenimento che ci rende tutti degli zombi, mettendo il luce le ipocrisie e le malefatte dei personaggi dello spettacolo (nel singolo Vip in Trip, il cui video cita rock the casbah dei clash -tra l’altro il batterista nel video di Fabri guarda spesso in cielo, fateci caso).

Ma c’è di più, Fabri Fibra chiaramente è a conoscenza del problema del Signoraggio, della tv fakery e dei chip per il controllo cerebrale e ne parla nel suo pezzo “Spara al Diavolo”. Di seguito l’analisi della canzone con i temi per ogni strofa.

Il ritornello, la parte d’impatto che apre il pezzo e che viene ripetuto (in modo che tutti possano sentire) sono chiari i riferimenti al signoraggio, all’emissione di moneta debito da parte delle banche (intorno a un tavolo stampano…) che servono per controllare i cittadini inconsapevoli.

Intorno al tavolo stampano il denaro spara al diavolo ed è tutto più chiaro,il mondo è in mano a qualcuno che ci controlla e ci spazza via vorrei che fosse in mano mia.

PRIMA STROFA Qui Fabri fa espliciti riferimenti alla massoneria, alla mafia e ai suoi legami con i politici (internazionali e non: Putin…) che non fanno nulla ma sono anzi conniventi con i poteri forti per la costruzione del Nuovo Ordine Mondiale. D’effetto il verso: “dividimi in 7 reti”, non esiste informazione libera in tv ma tutti ci vogliono incatenare il pubblico è l’asino (tenuto nell’ignoranza) dal bue (i media) che dicono che la colpa è tutta nostra

Muti più punti io di Putin urti come dell’Utri pecore in mezzo ai lupi sputi merda e rifiuti datemi i contenuti dividimi in 7 reti tra no beep e divieti l’asino è cornuto secondo il bue due ragazze diciottenni sugli U2 quanti sono i capi di stato?,due,sono più discusso della P2 prova il triangolo con l’occhio al centro fa figo e va di moda tanta roba come La Piovra negli anni ottanta in tv solo che adesso molta gente non canta più va diretta in Parlamento parla meno gira col cellulare spento nell’auto blu e quando guardo Santoro da quassù non mi passa più

SECONDA STROFA Sempre più dentro i problemi della realtà che i media i politici e le banche costruiscono a nostro uso e consumo per nasconderci la verità, ora Fibra punta il dito contro Big Pharma e vaccini che inoculano sostanze dannose per il controllo della popolazione. Insana aria in italia è un chiaro riferimento alle scie chimiche mentre i tagli rituali riguardano il tipo di trattamento sanitario obbligatorio cui si viene sottoposti (ad esempio il partorire con il cesareo sempre più consigliato dai medici alle donne).

Panico esco da un trauma carico mi hanno operato ora il cervello bio-meccanico domandami prego accetto accedo in qualcosa eccedo tipo al buio ci vedo,tipo leggo nel pensiero entro nella tua mente rubo idee e procedo nella testa c’è un demone che appare e dice come in un film porno l’attrice dimmi che cazzo fare parto come in sala insana aria in Italia rituali tagli ritagli rital ti vuoi calmare al mare andare oggi costa il triplo tipo minibar il mio avatar in vacanza al posto mio ora sei padre ok ma non sei Padre Pio ma da piccolo mi hanno legato e molestato a te da piccolo ti hanno regalato un motoscafo

TERZA STROFA Di nuovo a martellare contro la religione e la religione del denaro (IN GOD WE TRUST stampato sulle banconote della FEDERAL RESERVE USA, l’occhio che tutto vede in cima alla piramide). il compasso e la squadra ovviamente sono un rimando ai simboli massonici e chiaro è il loro legame con “i capitali vari degli avari”. Impressionante il livello di critica cui si spinge Fibra negli ultimi versi, SIM (ovvero microchip contenuti anche nelle tessere sanitarie, carte d’identità digitali, tessere del tifoso o addirittura sottopelle) che inviano dati su di noi. Commovente il “sopra di noi le stelle” che vuole farci guardare il cielo e farci vedere che stelle non ce ne sono più ma solo reticoli di scie chimiche rilasciate dagli aerei tanker.

Venerate la Madonna industria con il Dio denaro gente venerate mi taglio le vene per pagare le rate vene e rate gente meditate gli scarti della società senza lavoro siamo scarti della società conoscerai tra poco tempo la verità amico la realtà si infrange è un bambino torturato che piange,non è mai troppo la rima perfetta è un cerchio con la croce sotto la vita perfetta gira a novanta un doppio otto la strada,il compasso,la squadra il complotto i simboli invecchiati specchiati i capitali vari gli avari i peccati capitali pittogrammi sopra noi le stelle e schede SIM Salabim sotto la mia pelle inviano i dati

Spero di poter fare analisi più accurate dei riferimenti sparsi in giro per la discografia di Fabri alla luce di queste rivelazioni, di sicuro ce ne sono.